Martina: "Macfrut ha fatto il salto di qualità"

Hanno detto alla conferenza stampa
 
Maurizio Martina, Ministro Politiche Agricole:
"Macfrut 2016 è una edizione importante. È stato compiuto un salto di qualità nella concezione e nello sviluppo di questa fiera - ha affermato il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina - punto di riferimento per il comparto e per l'esperienza agroalimentare italiana. Crediamo nell'ortofrutta, che per l'Italia vale oltre 12 miliardi di euro, e la sosteniamo con tutti gli strumenti a disposizione. I punti cardine sono: ricerca, innovazione ed internazionalizzazione. Sui primi due punti, penso in particolare al piano per le biotecnologie sostenibili e a quello per l'agricoltura di precisione che vedono focus specifici sul settore ortofrutticolo. Importante anche il lavoro fatto per il Made in Italy all'estero con lo Sviluppo economico e l'Ice, che consentirà di aumentare il numero di buyer presenti a MacFrut."
 
 
Renzo Piraccini, Presidente di Cesena Fiera:
“Neanche diciotto mesi fa sempre qui al Ministero delle Politiche Agricole nel presentare il rilancio di Macfrut (dicembre 2014) annunciavamo cinque padiglioni e la presenza di 400 buyer mondiali. Oggi i padiglioni sono saliti a 7, i buyer sono diventati 1000, e addirittura quasi un espositore su quattro viene dall’estero. È evidente che il percorso di internazionalizzazione intrapreso ha fatto notevoli passi in avanti, così come quello riservato all’innovazione, altro cardine della 33esima edizione di Macfrut. Una fiera ha senso se è al servizio delle imprese: Macfrut sta diventando la vetrina internazionale della filiera ortofrutticola italiana. Siamo solo all’inizio di un percorso tracciato fatto in condivisione con i protagonisti del settore”.
 
 
Simona Caselli, Assessore all’Agricoltura Regione Emilia Romagna:
“Siamo di fronte a una rassegna che ha saputo crescere, qualificarsi e caratterizzarsi come un appuntamento fondamentale per gli operatori italiani ed esteri. Una manifestazione che rappresenta un importante valore aggiunto per il nostro territorio. Aggregazione a livello produttivo e commerciale, ma anche più innovazione e ricerca sono le strade per competere oggi sui mercati internazionali. È una ricetta che vale anche per l’Emilia-Romagna e che come Regione cerchiamo di promuovere attraverso le risorse del Programma regionale di sviluppo rurale. Aumentare la quota di export dei nostri prodotti, intercettare nuovi Paesi di destinazione e nuove fasce di consumatori è fondamentale e per farlo dobbiamo puntare sulla qualità dei prodotti e accrescere il gioco di squadra lungo tutta la filiera. Anche di questo parleremo nell’incontro che come presidente di Areflh, l’associazione delle Regioni ortofrutticole europee, avrò proprio a Macrfut con le Organizzazioni dei produttori”.
 
 
Gaetano Cimò, Direttore generale Assessorato Agricoltura Regione Sicilia:
“Siamo orgogliosi di essere la regione partner di Macfrut. L’agricoltura è un settore fondamentale per la Sicilia, che registra una crescita delle aziende di questo segmento. Il valore aggiunto è di 3,1 miliardi di euro, in crescita del 33%, con un incremento del 43% negli ultimi dieci anni. Siamo la prima regione in Europa nel biologico per superficie con 250mila ettari, con una previsione di crescita a 300mila”.
 
 
Amora Carbajal Direttore ufficio Commerciale Perù in Italia:
“Oggi il Perù è fra i dieci più importanti paesi fornitori di alimenti del mondo per cui si verifica una simmetria fra le capacità di importazione e di esportazione fra il nostro Paese e l’Italia. Il Perù è leader globale di asparagi e banane biologiche di cui è primo esportatore al mondo, e di avocado di cui è secondo esportatore al mondo. Macfrut per noi rappresenta una grande opportunità per esplorare relazioni commerciali”.
 
 
Luciano Cenedese, Responsabile UniCredit International Center Italy:
“Per il secondo anno consecutivo UniCredit si conferma non solo sponsor ma anche partner strategico di Macfrut, importante manifestazione dedicata al settore dell’ortofrutta che ha il cuore in Italia, in Romagna per la precisione, ed estende il proprio raggio d’azione ben oltre i confini europei. Sviluppare l'orizzonte export e la valorizzazione del ‘Made in Italy’; favorire l'internazionalizzazione delle imprese locali attraverso prodotti e servizi dedicati - come lo scambio diretto e assistito con buyers esteri di rilievo (B2B) o la realizzazione di specifici Forum -, sono alcuni dei processi vincenti che da tempo UniCredit mette in atto per supportare lo sviluppo del business, sfruttando al massimo le potenzialità di un capillare network internazionale, distribuito in circa 50 mercati, 8.000 sportelli e oltre 144.000 dipendenti. Ciò fa di UniCredit il partner operativo ideale per Macfrut, sempre più punto di incontro e di confronto internazionale per i professionisti dell'ortofrutta”.
 
 
Michele Scannavini Presidente Agenzia Ice:
“Settore ortofrutticolo è uno dei più dinamici in Italia con una crescita impetuosa dell’export pari al 7,9%, doppia rispetto alla crescita generale dell’export italiano. Più nel lungo periodo la crescita è del 60% negli ultimi dieci anni. Ciò testimonia come siamo di fronte a un settore strategico per l’Italia”.