Macfrut 2017: boom internazionale +30%

A tre mesi dalla manifestazione crescita del 30% degli espositori esteri con numerose new entry. Già 40 gli Stati presenti. Video Macfrut Preview

Cesena – Sarà un Macfrut più grande (8 padiglioni), più innovativo e soprattutto più internazionale l’edizione numero 34 della manifestazione che si terrà a Rimini dal 10 al 12 maggio 2017. Sono i numeri a confermarlo a tre mesi dall’evento, a testimonianza di un cambio di passo iniziato tre anni fa e tutt’oggi in corsa: gli espositori esteri crescono di oltre il 30% rispetto alla passata edizione. Gli Stati presenti saranno ben 40 con numerose new entry, in rappresentanza dei cinque Continenti. Risultato: Macfrut diventa sempre più fiera globale di business, vero e proprio hub per l’internazionalizzazione del sistema ortofrutticolo italiano.
 
Gli espositori esteri si incrementano grazie alla partecipazione di nuove realtà emergenti nel panorama internazionale, che si sommano ai 30 paesi presenti lo scorso anno. Tra le novità, Angola, Etiopia, Uganda, Guatemala, Nicaragua, Costarica e Uruguay. Delegazioni di operatori da Mozambico, Zimbabwe, Zambia, Sud Africa, Senegal, Ghana e tanti altri paesi.
Lo specchio di questo rinnovato dinamismo è l’Africa sempre più interessata a rapporti commerciali con l’Italia.
 
“La scorsa edizione a Macfrut, raccogliendo l’appello di Kofi Annan, lanciammo il messaggio dell’ortofrutta come volano per la crescita e lo sviluppo degli Stati Africani – spiega Renzo Piraccini, Presidente di Macfrut – Lo facemmo alla presenza di ben 18 rappresentanti tra ambasciatori e uffici commerciali dell’Africa Sub-sahariana. Ebbene, quell’appello non è caduto nel vuoto, vista la massiccia presenza di Paesi africani e il loro interesse per rapporti commerciali con l’Italia e l’Europa”.
 
L’emblema è il Sudan, nel 2015 semplice visitatore, nel 2016 uno stand di produttori, nell’edizione 2017 sarà presente con due grandi aree espositive: una destinata ai produttori/esportatori e una degli importatori, con oltre 30 imprese presenti
“Il Sudan importa quantità rilevanti di ortofrutta italiana (soprattutto mele e fragole surgelate), non direttamente bensì via Emirati o Egitto – prosegue Piraccini - Ora vengono in fiera per cercare rapporti commerciali diretti con gli esportatori italiani. Il Sudan è lo specchio dell’Africa che viene in fiera per cercare acquirenti per le proprie produzioni ma soprattutto a comprare tecnologie e know-how, ma anche ortofrutta”.
Altra novità della rassegna sarà l’Angola, con un maxi stand, che vedrà la partecipazione di “Rede Camponesa” un raggruppamento di oltre 30 imprese che partecipano alla fiera per cercare contatti commerciali ma soprattutto per migliorare la loro filiera ortofrutticola.
 
Altra novità delegazioni di operatori professionali da Kazakistan, Uzbekistan e Kirghizistan. E le prossime missioni di Macfrut in Brasile e Colombia, nel mese di marzo, porteranno nuovi contatti. 
“A tre mesi dalla manifestazione, le premesse per una grande edizione di caratura internazionale ci sono tutte – conclude il Presidente di Macfrut – Quest’anno supereremo il numero record dello scorso anno di 1000 buyers invitati dalla fiera e ospiteremo i principali importatori dalla Cina, Paese Partner, dell’edizione 2017. C’è grande interesse per le novità presenti e soprattutto per il biologico. Vogliamo incrementare questa specializzazione di fiera cosmopolita: il nostro sistema ortofrutticolo se lo merita”.

Cesena, 15 febbraio 2017
 
Ufficio Stampa Macfrut
PrimaPagina Cesena
(Filippo Fabbri)
Tel. 0547.26664
Guarda il video e scopri tutte le novità presenti in fiera: