Focus Biostimolanti: che cosa sono e a che cosa servono?

Il focus di approfondimento di Image Line per chiarire con gli esperti del settore
l’utilizzo di questi prodotti e le soluzioni che offrono in agricoltura
 
 
Rimini, 9 maggio 2018Si è svolto oggi presso la Sala Diotallevi 1 di Rimini Fiera, il convegno “Focus Biostimolanti”, organizzato da Image Line, durante il quale un ricco parterre di ospiti esperti ha fatto il punto sull’utilizzo di questi prodotti in agricoltura per scoprire davvero che cosa sono e come possono influire sulla fisiologia delle piante. Il convegno ha permesso di approfondire le nuove conoscenze tecnico-scientifiche acquisite e i vari aspetti legislativi che ne regolano il mercato, per contribuire alla definizione del ruolo e delle modalità d'impiego nel settore agricolo.
 
Ivano Valmori, Ceo di Image Line, ha fatto il punto sul perché oggi si parla così tanto di biostimolanti in agricoltura.
 
“I biostimolanti agiscono sulla fisiologia vegetale attraverso diversi percorsi per migliorarne la vigoria, la produzione, la qualità e la conservabilità in post raccoltaha dichiarato Ivano Valmori.  Questa categoria di prodotti – ha aggiunto Valmori – include diverse formulazioni di composti e sostanze, applicate alle piante o al suolo per regolare e esaltare i processi fisiologici delle colture, in modo da renderle più efficienti. È importante però che gli operatori del settore siano continuamente aggiornati oltre che sugli aspetti legislativi che regolano l’utilizzo di questi prodotti, anche sulle specificità dei prodotti stessi”.
 
Il tema, molto caldo nel settore, è stato poi approfondito da Giuseppe Natale, Presidente Ebic, il quale ha illustrato la normativa Europea che regola il mercato, mentre Daniele Villa di FISSSA ha illustrato il ruolo dei centri di saggio per la caratterizzazione dei biostimolanti.
 
Il convegno, caratterizzato da due sessioni, nella prima parte è stato focalizzato sulla ricerca. Zeno Varanini, Docente del Dipartimento di Biotecnologie dell’Università di Verona, ha spiegato l’utilizzo dei biostimolanti tra realtà tecnica e acquisizioni scientifiche. Giuseppe Colla, Professore in Orticoltura e Floricoltura del dipartimento DAFNE dell’Università di Tuscia, ha illustrato come agiscono i biostimolanti in orticoltura, mentre Giancarlo Roccuzzo, Ricercatore del Crea, si è concentrato sui biostimolanti in frutticoltura. Questi prodotti sono sempre più utilizzati nella produzione agricola a livello mondiale e possono contribuire in maniera efficace a vincere la sfida posta dall’aumento della richiesta di cibo da parte della popolazione mondiale in continua crescita.
 
La seconda sessione del convegno ha esplorato, invece, le soluzioni che i biostimolanti possono offrire alle aziende ortofrutticole.  Dopo l’intervento di Leonardo Valenti, Ceo del Gruppo Biolchim, volto ad illustrare perché i produttori di mezzi tecnici credono nel settore dei biostimolanti, Marco Civitareale di Cifo ha spiegato il ruolo dei biostimolanti nella resistenza agli stress abiotici e nella qualità della coltura, mentre Valeria Contartese di Green Has Italia ha spiegato il tema dell’efficienza dell’apparato radicale in condizioni normali e avverse.
Se inizialmente i biostimolanti sono stati utilizzati principalmente nell’agricoltura biologica e per le colture orticole e frutticole a più alto valore aggiunto, oggi rivestono un ruolo sempre più importante anche nell’agricoltura tradizionale, come complemento ai fertilizzanti e agli agrofarmaci nonché alle pratiche agronomiche in generale. Essi sono infatti in linea con le più avanzate tecniche di coltivazione che caratterizzano la gestione integrata delle colture, pilastro dell’agricoltura sostenibile” ha concluso Valmori.
 
# # #
 
Image Line www.imageline.it
Dal 1988 mani sulla tastiera del computer, piedi in campo...e occhi rivolti al presente e al futuro della divulgazione in agricoltura.
Questi siamo noi. E questa è la nostra visione della realtà in cui lavoriamo: i consumatori cambiano; i mercati evolvono. L'agricoltura ha intrapreso un percorso segnato dall'innovazione, sia nelle tecniche produttive, sia nei modi di comunicare.
È importante rinnovare le forme di divulgazione nel mondo agricolo e creare spazi di conversazione fra imprenditori del settore agricolo ed agroindustriale.
Nell'economia della conoscenza, Internet è il luogo ideale per il confronto fra aziende e persone, per parlare di prodotti e sviluppare progetti, anche nel settore agricolo. Vorremmo aiutare gli operatori di tutte le filiere (dalla vite ai cereali) a capire le opportunità della Rete, a sfruttarne le potenzialità comunicative, ad ottenere un vantaggio competitivo sui mercati. Nel 2017 abbiamo ricevuto un nuovo riconoscimento: Image Line è entrata a far parte delle PMI innovative italiane.
Facebook: https://www.facebook.com/ImageLineNetwork/
Twitter: https://twitter.com/imageline1504
 
 
Ufficio stampa
Heritage House Reputation Architects
Milano - Via Ulrico Hoepli, 3
www.heritage-house.eu
 
Roberto Adriani
+39 02.22198653
+39 3482509894
roberto.adriani@heritage-house.eu
 
Mariella Piccinni
+39 02.22198654
+39 338.6692966
mariella.piccinni@heritage-house.eu
 
Image Line
Cristiano Spadoni
+39 331.3248915
marketing@imageline.it