Piemonte Regione Partner a Macfrut 2019

La regione della mela rossa protagonista nella Fiera internazionale dell’ortofrutta dall’8 al 10 maggio 2019 con incontri commerciali, workshop, eventi e tanto altro. Ortofrutta settore strategico per il Piemonte
 
 
Torino (17 settembre 2018)Piemonte Regione Partner di Macfrut 2019. È questa una delle importanti novità della Fiera internazionale dell’ortofrutta in programma in Fiera a Rimini dall’8 al 10 maggio del prossimo anno. Unica fiera di filiera nel panorama internazionale, Macfrut si è imposto come evento globale con i piedi ben piantati in Italia, primo produttore ortofrutticolo al mondo.
Un primato nel quale gioca un ruolo da protagonista la Regione Piemonte, e che Macfrut 2019 onora a partire dall’immagine simbolo, la mela rossa, di cui la regione vanta un indiscusso primato. Nel corso della Fiera, il Piemonte sarà protagonista con incontri commerciali soprattutto con buyer esteri, workshop, eventi stampa e altre iniziative di settore.
Da anni la Regione Piemonte prende parte a Macfrut. Lo scorso anno, in particolare, era stato stipulato un accordo strategico tra Macfrut, Assortofrutta e AOP Piemonte, rispettivamente associazione e consorzio che associano le principali organizzazioni di produttori piemontesi del settore, nonché gli iscritti al sistema di controllo Mela Rossa Cuneo IGP. L’intesa si è concretizzata soprattutto in azioni comuni nella promozione all’estero dei due prodotti di eccellenza del territorio, la mela rossa e il kiwi piemontese, attraverso missioni internazionali e incontri commerciali bilaterali con gli operatori esteri durante la fiera.
 
L’ortofrutta in Piemonte
L’ortofrutta è un settore strategico per l’economia agroalimentare piemontese, che trova i suoi punti di forza nella qualità e nell’innovazione, con un buon andamento delle esportazioni e l’orientamento ad adeguarsi alle mutate abitudini di consumo. L’ortofrutta piemontese occupa una superficie di 55.830 ettari, pari al 5% della superficie agricola totale della Regione, con un peso del 14% in termini di produzione ai prezzi di base (475 milioni di euro – dati 2017).
Sono 10.850 le aziende attive (registrate nell’anagrafe agricola regionale), di cui circa 1.700 orticole, 1200 dedicate alla coltivazione di patate, 7.950 frutticole. Le specie maggiormente significative, in termini di superficie del territorio sono mele, pesche e nettarine, kiwi, nocciolo, castagno.
I dati sull’export di ortofrutta piemontese sono incoraggianti, in un contesto nazionale che nel 2017 ha fatto registrare il record storico, sfiorando la soglia dei 5 miliardi di euro (+3% rispetto al 2016). In evidenza in regione “le qualità” e le eccellenze certificate dell’ortofrutta piemontese, rappresentate dai circa 90 prodotti agroalimentari tradizionali e dalle produzioni di qualità riconosciute: nocciola del Piemonte IGP, mela rossa Cuneo IGP, castagna Cuneo IGP, marrone della Val di Susa IGP e fagiolo di Cuneo IGP.
 
Macfrut 2019: tante novità
Il Piemonte Regione Partner è una delle novità della 36esima edizione, che avrà quale Partner internazionale l’Africa Sub-Sahariana. L’Africa è un Continente ricco di opportunità per l’ortofrutta italiana, nell’ambito delle tecnologie e delle sementi, nonché nella vendita dei prodotti italiani ambiti da un ceto medio-alto in crescita, soprattutto nei grandi agglomerati urbani. Il focus di Macfrut sull’Africa si concentrerà su quattro macro-temi portanti: la gestione efficiente dell’acqua, le nuove frontiere dell’orticoltura, le tecnologie per le aziende agricole e i piccoli impianti per la trasformazione industriale.
 
Lo sguardo internazionale non è volto solo all’Africa. Per promuovere la manifestazione infatti è stato messo a punto un piano di oltre 30 missioni in giro per il mondo con tappe in quattro continenti. Coinvolto il Nord e Sud America (Colombia, Stati Uniti, Ecuador, Costarica, Brasile, Repubblica Dominicana), Asia (Uzbekistan, Kazakistan, Turkmenistan, Kirghizistan, Hong Kong, Cina, Vietnam, India), il Medio Oriente (Dubai e Libano), Africa (Senegal, Costa d’Avorio, Ghana, Nigeria, Angola, Mozambico, Zimbabwe, Algeria, Tunisia, Egitto, Marocco), Europa (Serbia, Ucraina, Germania, Spagna, Croazia, Macedonia, Albania).
 
E ancora, tra le novità della edizione 2019 le due aree dinamiche: Acqua Campus, con tutte le innovazioni dell’irrigazione in un campo dimostrativo; Macfrut Field Solution, un campo prova di 700 metri quadri per vedere all’opera le più moderne tecnologie per il settore orticolo e frutticolo.
 
Sempre in fiera si terrà la seconda edizione del Tropical Fruit Congress, il summit europeo dedicato ai frutti tropicali, quest’anno suddiviso in tre sessioni: i trend di mercato della frutta tropicale in Europa e i prodotti emergenti Lime, Papaya e Passion Fruit; ananas con il The Pinepple Day; Temperature Management and ripening protocols.
Altre grandi novità, un evento internazionale dedicato all’Uva da tavola, uno sempre internazionale su corroboranti e prodotti di base, uno sulla logistica.
 
Uno sguardo su Macfrut
Macfrut, organizzato da Cesena Fiera, è la fiera internazionale dell’ortofrutta. Unica fiera di filiera in ambito internazionale, undici sono i settori espositivi in rappresentanza di tutti gli anelli del sistema: sementi; novità vegetali e vivaismo; tecnologie di campo; mezzi tecnici; produzione, commercio e distribuzione; biologico; macchinari e tecnologie del post raccolta; materiali e imballaggi di confezionamento; quarta gamma; logistica; servizi. La scorsa edizione ha registrato 43mila presenze, il 25% delle quali d’oltreconfine.
 
Torino, 17 settembre 2018
 
 
 
Ufficio Stampa Macfrut
PrimaPagina Cesena
(Filippo Fabbri – Giulia Fellini)
Tel. 0547.24284